Elba spiagge spettacolari e boschi verdeggianti per la più grande delle isole minori

elba

Ad un ora di traghetto da Piombino si approda alla più grande delle isole minori: l’Elba.

Portoferraio, il più grande paese dell’isola, esibisce immediatamente gli imponenti bastioni delle fortificazioni medicee, la darsena dalla peculiare forma a ferro di cavallo e la possente mole della Torre della Linguella. Sull’altro lato della città, la villa romana delle Grotte, posta a coronamento di un verde promontorio, sembra occhieggiare verso l’antica colonia Fabricia, nome romano di Portoferraio.
Questa lembo di costa battuto dai venti è sede di importanti regate veliche internazionali.
Nel 1814 iniziò il lungo esilio di Napoleone Bonaparte, che proprio in questo comune stabilì la residenza invernale, presso Villa dei Mulini, e quella estiva, in Villa San Martino, splendide prigioni dorate divenute oggi importanti musei aperti al pubblico.

Portoferraio è anche sede principale del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, una realtà naturalistica molto sentita e radicata sul territorio.

Sebbene a ridosso del centro storico di Portoferraio si trovi la spiaggia delle Le Viste, il grosso delle sue spiagge si trova sulle coste nord della città.
La più amata è senza dubbio quella custodita all’interno della riserva marina di Le Ghiaie. Un lungo nastro di acciottolato bianco, bagnato dalle acque verde smeraldo di un mare molto apprezzato dai subacquei e formato da splendide spiaggette candide, che la leggenda vuole luogo di ristoro per gli argonauti, nel lungo viaggio alla ricerca del vello d’oro.
Divenuto nel 1971 riserva marina di tutela biologica, questo piccolo paradiso per le immersioni ruota attorno all’isolotto dello Scoglietto.

Sul tratto di costa nord orientale, davanti al promontorio dell’Enfola un’istmo che collega la penisola alla terraferma forman due diverse spiagge dove ammirare lo spettacolo delle sule che si gettano in picchiata nel profondo delle acque, esperienza molto più comune nei mari tropicali che non nel Mediterraneo.
Dalla sommità del promontorio si può godere della vista di un panorama mozzafiato.

Monte Capanne è uno dei maggiori punti di interesse dell’isola, rilievo granitico che oltrepassa i 1000 metri di altitudine, solcato dai sentieri percorsi degli appassionati di trekking che qui trovano una flora ed una fauna strepitosi: mufloni, uccelli rapaci, conifere e fiori selvatici.
I più pigri potranno accostarsi a questo spettacolo grazie ad una cabinovia che da Marciana conduce i turisti fino in cima al monte Capanna, e di li gettare lo sguardo sull’arcipelago, la costa toscana e la Corsica.

Poco lontano, sulle pendici del monte, si trova uno dei più antichi centri elbani ricco di testimonianze storiche e archeologiche, Marciana.
Boschi verdeggianti ricchi di torrenti, funghi e castagne donano al paesaggio un inconfondibile gusto montano.

Tra Marciana Marina e Capo Enfola si dispiegano numerose e pittoresche spiagge, tra le più belle d’Italia, in una lunga teoria di calette, anfratti e speroni rocciosi, conditi dal verde rigoglioso delle pinete e della macchia mediterranea: Biodola, Forno, Scaglieri, Capo Bianco, Padulella

Tre grandi insenature caratterizzano la costa meridionale. La più occidentale si affaccia sul mare di Marina di Campo, un caratteristico borgo marinaro dove le macchie di colore delle case coloniche dei pescatori si amalgamano con le diverse gradazioni di blu e verde delle acque cristalline.

Spiagge spettacolari impreziosiscono il versante meridionale a Fetovaia, poco distante da Marina di Campo, conosciuta anche come la “piccola Viareggio” per l’alta concentrazione di negozi, boutique e locali.

Segue il golfo di Lacona, con la sua lunga spiaggia di sabbia chiarissima, per giungere infine sul versante più orientale di Punta Calamita.
Il monte Calamita è un’ampia area verde dove si possono effettuare fantastiche escursioni a cavallo. Sale dal mare formando splendide scogliere, fino ad un’altezza di 413 m, rappresentando un’area mineralogica di grande interesse.
In passato l’economia della zona era incentrata sull’estrazione del ferro, il colore rossiccio venato di riflessi metallici regala ancor oggi alle spiagge insoliti scenari, Rio Marina era il porto del ferro.

Una delle località più conosciute è sicuramente Porto Azzurro, collocata all’interno di una baia suggestiva fitta di negozi e ristoranti.
Dentro il forte, sul promontorio che domina da est la baia del porto, si trova la bellissima chiesa barocca di San Giacomo Apostolo, che reca traccia del gusto spagnolo. La dominazione spagnola risale infatti al XVII° secolo.

A tre chilometri di distanza è possibile visitare il Santuario della Madonna del Monserrato che custodisce l’immagine della Madonna Nera.

L’Elba offre un fantastico mix di attrattive culturali e attività ricreative che la rende meta dei flussi turistici in qualsiasi stagione dell’anno, ma particolarmente intensi d’estate.
Chi ama le esplorazioni subacquee trova nell’Isola d’Elba pane per i propri denti, famosi il relitto di Pomonte e i fondali di Capo di Stella, dove è possibile scendere fino a 40 metri di profondità.

La ricettività dell’isola è molto sviluppata e si affida al servizio proposto da numerosi hotel, campeggi, residence, per lo più a conduzione familiare.
Non ci sono grandi hotel o villaggi turistici, e questo contribuisce al fascino un po’ selvaggio dell’isola. Non mancano però piccoli villaggi turistici, che garantiscono in ogni caso la giusta soluzione per ogni esigenza.