Calabria

calabria

La Calabria, estrema punta meridionale dello stivale, tra le acque del Mar Ionio e quelle del Tirreno, affacciata sullo stretto di Messina che la separa dalla Sicilia, è una terra ricca di profumi, dove i sapori tipici di una cucina ricca di spezie e aromi si confondono con il profumo del bergamotto e delle clementine.

Il clima mite e le suggestioni di un paesaggio dove i colori saturi catturano lo sguardo tra il blu sfavillante del mare, e i colori cangianti delle coste rocciose e delle lingue di sabbia chiara e finissima che si alternano sul litorale, ne fanno un sogno perso tra natura e cultura, un susseguirsi caleidoscopico di scorci tra le antichissime vestigia di un passato glorioso, culla della Magna Grecia e un turismo sempre più calamitato nelle bellissime spiagge che ogni anno stregano migliaia di visitatori.

Bandiera di questa terra sono sicuramente i bellissimi bronzi rinvenuti nelle acque di Riace, esempi rarissimi di scultura greca classica che rispolverano una Magna Grecia leggendaria nelle sale del Museo Nazionale di Reggio Calabria, con i loro corpi perfettamente modellati risalenti al V° secolo a.C.

Ma in Calabria si trovano veri e propri paradisi balneari, come la bellissima località di Capo Vaticano in provincia di Vibo Valentia, un gioiellino che la rivista francese “Les Grands Voyageurs” ha inserito nella lista delle 100 spiagge più belle al mondo.
800 chilometri di costa impreziosita dalla macchia mediterranea, fatta di insenature e calette, anfratti e spiaggette incontaminate. Un paesaggio da mozzare il fiato, che non può non incidersi nella memoria di quanti hanno la fortuna di godere questo spettacolo.

Ma le spiagge calabresi non sono solo belle, sono anche una palestra naturale dove cimentarsi col wind surf, le immersioni subacquee, il kitesurf e la vela.
I fondali di queste acque si distinguono per la straordianaria diversità faunistica, per la presenza di specie animali e vegetali considerate rarissime: coralli, spugne, pesci coloratissimi, gorgonie e affascinanti relitti della II° guerra mondiale.

Calabria significa mare è storia, ma anche montagna e riserve naturali, sul suo territorio è possibile beneficiare dei piaceri del mare come di quelli delle fantastiche catene montuose che arricchiscono l’offerta turistica con escursioni e sport invernali: l’altopiano della Sila, il massiccio dell’Aspromonte, il complesso montuoso del Pollino, la Catena Costiera, la Catena delle Serre, il Massiccio del Reventino ed il Massiccio del Pellegrino.

Risorsa di inestimabile valore sono i Parchi Nazionali distribuiti nell’entroterra, le tante località sciistiche e quelle dove si praticano gli sport più adrenalinici come il rafting lungo il fiume Lao o nelle gole della Sila, il canyoning, percorrendo a piedi i corsi d’acqua tra scivoli, cascate e calate in corda accompagnati da una guida esperta, l’orienteering ed il parapendio.

Impossibile elencare le infinite opportunità offerte da questa terra generosa di emozioni e di paesaggi, la Calabria non si può descrivere, si può soltanto vivere.