Campania

campania

Terra ricca di charme e attrattive, in un contesto naturale modellato dalle eruzioni del Vesuvio e dall’acqua, arricchito da un patrimonio artistico di pregio incalcolabile e dalle glorie di Capri ed Ischia, tesori che rivelano tutto il loro inestimabile fascino a chiunque si avventuri nel territorio e nella storia.

Terra fortemente legata al mare, dominata dall’imponente mole del vulcano Vesuvio, da catene e massicci montuosi, ospita al suo interno alcuni dei reperti archeologici più affascinanti ed interessanti del pianeta, in particolare Pompei ed Ercolano, sepolte dall’eruzione el 79 d.C., che costituiscono, secondo l’UNESCO, una testimonianza completa e vivente della società e della vita quotidiana in un preciso periodo storico, condizione unica mai più verificatasi.

Il mare e le coste di queste località incantano i visitatori con i loro colori, che vanno dal blu del lapislazzolo al verde smeraldo, in una costa frastagliata ricca di insenature, baie e pareti rocciose.
Un folta e vigorosa macchia mediterranea riempie l’aria dei profumi intensi e pungenti delle ginestre e degli agrumi.

Tra località turistiche e siti archeologici, Napoli possiede una storia che affiora in ogni scorcio, ogni colpo d’occhio trasmette immediatamente il valore di un centro cittadino che è il più grande d’Europa, un enorme museo a cielo aperto, dove le diverse epoche storiche sono stratificate in concrezioni architettoniche ed urbanistiche di notevole interesse artistico.
Tra ville, castelli, musei, cattedrali, chiese, obelischi e tabernacoli, la città di Napoli restituisce un tessuto unico al mondo, appoggiata sull’azzurro di un splendido golfo divenuto di prepotenza da tempo immemore immagine archetipa di questa fantastica città.

La stessa Napoli che oggi soffre di un presente spesso travagliato e sofferto fu in realtà fino al XIX° secolo una città avanzata ed industriosa, ricca di primati e fiori all’occhiello: maggior industria metalmeccanica d’Italia, prima flotta mercantile del paese, prima ferrovia e prima stazione nell’Europa continentale, dotata di un importante Osservatorio Astronomico, dell’Orto Botanico, di Accademie culturali, Conservatori musicali e del primo Osservatorio sismologico del mondo, del I° Codice Marittimo Italiano

Ma Napoli non è solo arte e cultura, è anche un contesto ambientale di grande pregio naturalistico, una grande cartolina immortalata in mille scorci diversi, a volo di uccello davanti al golfo, tra i vicoli di una città da godere o lungo le anse delle stradine arrampicate sulle pareti rocciose della costiera amalfitana, inserita essa stessa dall’UNESCO tra i patrimoni dell’umanità.
La più antica Repubblica Marinara d’Italia da infatti il nome a questa strada panoramica disseminata di magnifiche spiaggette da sogno.

Chiunque ami il mare ed il relax che solo un soggiorno balneare può offrire non potrà mancare di visitare le splendide isole che impreziosiscono il Golfo di Napoli, le tre più famose vivono da sempre nella leggenda, per la bellezza dei luoghi che le rendono naturali destinazioni del turismo, sia estivo che invernale: Capri, Ischia e Procida.

Capri è uno sperone roccioso distaccatosi dalla penisola in epoca preistorica e vicinissimo alla penisola sorrentina.
Tra le ricchezze paesaggistiche più quotate conta i celeberrimi Faraglioni, la Grotta Azzurra, la spiaggia di Marina Piccola, l’Arco Naturale e la trecentesca Certosa di San Giacomo.

Ischia, la più grande superficie insulare della Campania, conta ogni anno oltre 6 milioni di visitatori, particolarmente suggestivo il pittoresco centro storico. Di origine vulcanica è dominata dalla massa del monte Epomeo, un vulcano spento, e da numerosi crateri minori attivi in epoca preistorica.
Imperdibili il Castello Aragonese e la Cattedrale dell’Assunta, che conserva nella cripta dei bellissimi affreschi di scuola giottesca.
La natura vulcanica di questa isola ne fa uno dei maggiori centri termali d’Europa. Fumarole, fanghi e sorgenti si trovano pressoché su tutto il territorio, la ricerca scientifica e le sofisticate tecnologie rendono le strutture termali altamente qualificate ed universalmente riconosciute per efficacia e godibilità.

Procida, la più piccola delle tre isole, è anche la più selvaggia ed incontaminata, i suoi paesaggi regalano sempre grandi emozioni, ed è a sua volta collegata all’isolotto di Vivara.
Costone di un vulcano spento e antica riserva di caccia di Carlo III di Borbone, Vivara è oggi parco naturale ed archeologico visitabile con guide autorizzate previo appuntamento.

La Campania è tra le regioni italiane che producono più reddito agricolo, è rinomata per la bontà dell’olio d’oliva e l’eccellenza dei vini.
La qualità ed il gusto dei suoi prodotti agricoli, avvantaggiati dal clima mite e da un sole generoso, concorrono ad una produzione gastronomica di grande prestigio.

La ricca tradizione culinaria nazionale raggiunge in queste terre delle vette impareggiabili, la Campania è sicuramente un territorio da vedere e vivere, non fosse altro per essere la patria della pizza, o per il fascino insuperato che ha potuto esercitare su un genio assoluto della letteratura come Goethe, il quale non poté non riportare ciò che da più parti si diceva: “Vedi Napoli e poi muori”.