Liguria

liguria

In cima allo stivale, nel frangente più settentrionale della costa occidentale, stretta tra il Mar Ligure a sud e una fascia montuosa a nord, divisa tra le Alpi Marittime a ovest sul confine con Francia e Piemonte e l’Appennino Ligure a est sul limitare tra Piemonte ed Emilia Romagna, si trova la Liguria.

La Liguria è una regione prevalentemente montuosa, una lingua di terra sottile attraversata dai massicci imponenti del complesso alpino ed appenninico, da dolci e verdi colline che si affacciano sul litorale, con coste alte e frastagliate.

Il mare è sicuramente l’elemento predominante di un territorio noto per le sue coste rocciose, tutta questa area viene generalmente soprannominata “riviera”.
La conformazione geologica della riviera si distingue in due differenti tronconi: la Riviera di Ponente e la Riviera di Levante.
La Riviera di Ponente dispone di versanti morbidi che si distendono dolcemente in direzione della costa con piccole pianure, insenature sabbiose e graziose calette, le vette montuose spiccano in lontananza, mentre le piccole baie sono separate da Capo Noli, Capo Mele, Capo Sant’Ampelio e Capo Berta.
La Riviera di Levante è invece molto più aspra e scoscesa, con rilievi montuosi che scendono a picco sul mare, promontori colorati dalla caratteristica macchia mediterranea, con ulivi e pini marittimi, scogliere e grandi massi rocciosi parzialmente emersi.

E’ possibile distinguere tre diverse zone:
il Golfo di Tigullio delimitato dal promontorio di Sestri Levante e Portofino; le Cinque Terre, un articolato lembo di costa compreso tra Punta Mesco e Punta di Montenero; infine la profonda insenatura del Golfo della Spezia, conosciuto anche come Golfo dei Poeti.

La regione Liguria contiene tante e pregevoli località, notevoli sia per quanto riguarda l’aspetto naturalistico che per quanto riguarda quello più propriamente storico-artistico, tanti in questo repertorio ricco e pregevole i siti e i monumenti inseriti dall’Unesco nell’elenco dei Patrimoni dell’Umanità.

Tra questi vi è naturalmente Genova, città dai forti contrasti, distesa sulla riviera e abbarbicata fin sopra le pendici delle montagne alle spalle, città spettacolare cui i recenti restauri hanno restituito gli antichi splendori e il meritato titolo di “Superba”, tra i fasti degli antichi palazzi, come Palazzo Ducale, il Palazzo Spinola di Pellicceria decorato con gli affreschi di Van Dyck, Bernardo Strozzi e Rubens, i palazzi dei Rolli o quelli di “Strada Nuova” in via Garibaldi, o ancora le ville storiche che impreziosiscono i parchi.

Dall’antico al moderno Genova non si risparmia, una visita a Genova non può concludersi senza fare tappa all’Acquario, considerato tra i più belli ed avanzati d’Europa e progettato dall’architetto Renzo Piano.

Ma quando parliamo di Liguria non parliamo solo di Genova, impossibile non pensare ad un altro rinomato sito Unesco: le Cinque Terre con le loro colline tappezzate di vigneti e ulivi nei tipici terrazzamenti inerpicati sulla montagna, tra calette e scogliere, un paesaggio aspro e in apparenza inaccessibile, che l’uomo è riuscito ad addomesticare con grandi sacrifici ed ottimi risultati.
18 km di costa rocciosa dove mare e terra sono una unità inscindibile, tra le meraviglie di un Parco Nazionale fatto di santuari, sentieri e mulattiere, e include cinque borghi immersi in un panorama mozzafiato: Vernazza, Monterosso al Mare, Riomaggiore, Manarola e Corniglia.

Nelle acque liguri si trova la più alta concentrazione di cetacei dell’intero Mediterraneo, ottimo presupposto per interessanti escursioni di whale watching con le rinomate “Strade blu del mare”, o per gli amanti delle immersioni, che possono godere dello spettacolo offerto da un contesto sottomarino di straordinaria bellezza. Tante le occasioni per tutti gli sportivi: canoa, trekking, arrampicata, cicloturismo….

E ultimo ma non secondario particolare, ristoranti e alberghi di questa regione possono vantare una proposta gastronomica di grande prestigio, con il rinomato pesto alla genovese, la burrida di stoccafisso ed il ciupin, le sardine ripiene e fritte, il vitello farcito, il coniglio stufato e la cima alla genovese.
Immancabile il famoso vino passito di Sciacchetrà, dal sapore dolce e vellutato e dal delicato retrogusto di miele e mandorla.

Le mille doti di questa terra miracolosa ne fanno una destinazione ideale per chiunque desideri scoprire i tesori di arte, storia e natura che solo l’Italia può offrire.