Cervia tra hotel, storia e cultura

Nelle prossime pagine vi forniremo una panoramica completa e dettagliata riguardo alle risorse ed al contesto storico e culturale della città di Cervia, con particolare attenzione riguardo alle sue strutture ricettive.
Alberghi e hotel non mancano di rendere lustro a questa località, rappresentando per quantità e qualità un angolo di eccellenza nel già rigoglioso ambito romagnolo.

Strutture ricettive

Dopo circa un secolo speso nell’accoglienza turistica Cervia ha accumulato esperienza e strutture in grado di soddisfare anche il più esigente degli avventori in un clima di cordialità e affabilità che restituisce tutto il calore proverbiale dei romagnoli.

Alberghi a 1, 2, 3, 4 e 5 stelle, un’ampia gamma di soluzioni in grado di adattarsi ad ogni contesto.
A vostra disposizione una scelta di servizi dai quali selezionare i meglio rispondenti alle vostre aspettative.  Aria condizionata, camere più o meno spaziose, televisore satellitare, connessione wireless, piscine a idromassaggio, centri wellness, massaggi e tanto altro ancora, ma soprattutto una cucina già sufficientemente curata per offrire uno standard minimo piuttosto consistente e capace di sorprendere con pietanze degne dei migliori ristoranti.

La cucina dei nostri alberghi rispecchia senza dubbio il gusto della tradizione romagnola e mediterranea, che è stata capace di conquistare gli apprezzamenti del pubblico nazionale ed internazionale con i sapori caratteristici dei prodotti tipici di questa terra.
Gli ortaggi di stagione e la carne dei suoi allevamenti sempre più frequentemente trattati secondo metodi di produzione biologici, i prodotti ittici del mare Adriatico, serviti freschissimi sulle tavole dei commensali. Prodotti genuini utilizzati nella costruzione di piatti molto strutturati, spesso nati in contesti “poveri” e poi diventati patrimonio comune dell’intera nazione, senza distinzione di classe e ceto.

Ai bambini sono invece riservate tante piccole e grandi attenzioni per garantire loro le stesse comodità di cui dispongono a casa loro: passeggini, seggioloni, culle, spondine per il letto, mini club, animazioni, laboratori ricreativi, aree giochi, fasciatoi, scalda biberon, cucinotti per la preparazione delle pappe…

Insomma gli hotel a Cervia portano il marchio di fabbrica di una grande qualità dei servizi, di un’organizzazione a tutto tondo cresciuta e sviluppatasi attorno ai suoi ospiti, per coccolarli e vezzeggiarli come fossero figli adottivi.

Storia e turismo

Da paese povero di 9000 abitanti dei primi del ’900, composto da salinai, agricoltori e piccoli commercianti, a “perla” della costa adriatica che di abitanti ne conta circa 28.000, in una evoluzione che l’ha progressivamente trasformata in una delle località più gettonate della riviera romagnola, cresciuta anche grazie alla fama che gode la città satellite di Milano Marittima, frequentata da gente di spettacolo che ha conferito valore aggiunto al buon nome del comprensorio.
Questo è il percorso che ha condotto Cervia dalla fine dell’Ottocento fino ai giorni d’oggi verso un filosofia dell’accoglienza orbitante intorno al territorio e capace di sviluppare armoniosamente le sue peculiarità senza rinunciare alle moderne lusinghe delle comodità e del divertimento, caratteri distintivi della professionalità romagnola.

Prima di sviluppare la sua vocazione turistica Cervia era un piccolo paese che basava le sue fortune sulla raccolta del sale, il lavoro nella salina era la principale fonte di reddito dei suoi abitanti.
In seguito, favoriti da un territorio ricco di pregevoli spunti paesaggistici come la pineta, la riserva naturale ed il mare, si buttarono anima e corpo nel turismo.

Cervia ha mantenuto nonostante il consenso turistico, un atteggiamento umile e intelligente, capace di preservare le sue origini senza “annacquare” la propria identità, anzi valorizzandola e riproponendola, facendone in sostanza un valore aggiunto in grado di emergere rispetto ad un concetto di turismo omologato e perciò stesso anonimo ed incolore. Esempio seguito per la verità da località limitrofe come Cesenatico, con il suo Museo della Marineria, un’esposizione galleggiante di navigli tradizionali con le caratteristiche vele a terzo latino, che si trova sullo splendido porto-canale disegnato da Leonardo Da Vinci.

E’ questa la chiave di volta a nostro avviso per far conoscere il territorio di una città al turista, in sintesi, “vendere” il proprio territorio nella sua complessità, a partire dalla propria storia e dall’ identità culturale, sociale ed enogastronomica.
Le origini delle saline di Cervia sono antichissime, probabilmente risalgono ai greci. Il sale era chiamato l’ “oro bianco”, e ad esso si riconosceva un valore strategico perché utilizzato come moneta di scambio, da qui il termine “salarium”. Moneta preziosissima non solo per il commercio ma anche per la conservazione dei cibi e per essere un ingrediente imprescindibile di tante manifatture.
I Magazzini del sale, magazzino Torre e magazzino Darsena, situati nel centro storico di Cervia, rappresentano uno dei migliori esempi di archeologia industriale presenti nel territorio cervese, che riflettono in modo compiuto l’antica vocazione “salinara” della città e del suo territorio.

Le Terme

Cervia è famosa anche per la sua attitudine alla salute ed al benessere delle persone, infatti qui si trova uno degli stabilimenti termali più all’avanguardia che si possano trovare nel nostro paese, riconosciuto da ormai dieci anni da una certificazione di qualità rilasciata dalle autorità competenti.
Le terme, aperte da maggio a settembre, offrono sotto la più stretta sorveglianza medica, una vastissima gamma di programmi e terapie che vanno dalla palestra con attrezzature di avanguardia, alla piscina con acqua madre ad alta salinità, poi ancora percorsi vascolari, solarium per l’applicazione di fanghi termali, reparti dotati di fangoterapia, bagni in vasca singola e massaggi.
Le nuove terme di Cervia nascono nel 1961 nei pressi della pineta di Milano Marittima, a ridosso di un parco naturale, in un paesaggio affascinante e suggestivo, che è attrezzato con un Percorso Vita e con chilometri di sentieri per tranquille passeggiate, a piedi e in bicicletta.
Storia, cultura e tradizione, tutela ambientale, benessere e salute e dal prossimo anno spazio alle iniziative a favore dei bambini. Questa è in sintesi l’offerta turistica che propone Cervia ai turisti vecchi e nuovi da oggi agli anni a venire.

Come arrivare

Raggiungere Cervia è piuttosto semplice essendo situata sulla statale 16 tra Cesenatico e Ravenna, è collegata con strade interne con Cesena e Forlì, possiede una stazione ferroviaria sulla linea Rimini-Ravenna, dall’autostrada A14 sia in direzione nord che in quella sud si prende l’uscita Cesena Nord.

Consultando la vetrina sottostante, sarà possibile scegliere tra tantissimi alberghi a 3 e 4 stelle situati in questo paradiso di natura e storia, usufruendo di interessanti offerte all inclusive e last minute.

Altri Alberghi consigliati

Elizabeth
Elizabeth
40
(Bellaria)
Favorita
Favorita
30
(Cesenatico)
Villa Verde
Villa Verde
30
(San Mauro Mare)
Danubio
Danubio
30
(San Mauro Mare)
Bel Turismo
Bel Turismo
30
(Bellaria)
Pineta
Pineta
30
(Igea Marina)
Colorado
Colorado
40
(Cesenatico (Valverde))
Madison
Madison
30
(Igea Marina)
New Castle
New Castle
30
(Cesenatico)
Esplanade
Esplanade
30
(Cesenatico)
D'Oriente
D'Oriente
30
(Villamarina)