Viserbella, terra di marinai ricca di attrattive ed hotel

Per recuperare le energie disperse durante le ore di lavoro e vivere un po’ di sano relax, Viserbella è la meta ideale, sede di fantastici hotel e litorale tra i più apprezzati, dove concedersi bagni di sole e mare, recuperare la tintarella e godere dei piaceri della buona tavola.
Seguiteci alla scoperta di un territorio ricco di attrattive e hotel.

DaSaMo
DaSaMo
35 Sup.

Risorse ricettive di Viserbella

Questa località leggermente decentrata rispetto al centro di Rimini, cuore e anima della riviera romagnola, a poca distanza dalla darsena della città felliniana e dal prestigioso quartiere fieristico, sede ogni anno di numerosi eventi di risonanza internazionale, e affacciata sul bellissimo mare Adriatico, incarna ancora una volta il mito ed il buon nome dell’ospitalità alberghiera regionale.
Molti degli hotel di Viserbella sono il frutto di una lunga tradizione familiare che si tramanda di generazione in generazione, di una esperienza che ha distillato negli anni una fortunata formula ricettiva capace di amalgamare calore, cordialità, competenza, specialità peculiari della gastronomia locale, alberghi moderni tesi nel continuo sforzo di rinnovare servizi, strutture, professionalità ed attrezzature ed i pregi di una posizione logisticamente impeccabile: affacciata sul mare e contigua alla capitale italiana del divertimento e del turismo di massa, ma capace di conservare angoli di intimità e riservatezza, ricca di locali per il relax, il divertimento e la ristorazione, forte di un prezioso ed antico entroterra dove splendidi paesaggi naturali, gioielli urbanistici ed architettonici, storia, arte, cultura e patrimonio enogastronomico si stringono la mano.
Accanto alle più antiche famiglie di albergatori Viserbella esibisce piccole strutture a gestione familiare e monumentali complessi alberghieri, insieme agli ultimi esperimenti avanguardisti di un imprenditoria ricca di idee ed intraprendenza, desiderosa di stupire il mondo con l’originalità e la freschezza tipiche delle nuove generazioni, ennesima sfida lanciata verso il futuro.

Il target del pubblico cui si rivolgono queste strutture è particolarmente ampio ed articolato, un posto d’onore è generalmente riservato alle famiglie con pargoli al seguito cui sono dedicati servizi studiati ad hoc per alleggerire ed agevolare il carico di lavoro che comporta accudire i più piccoli, e per regalare momenti magici agli ospiti più giovani. Ma non meno mirata ed articolata si presenta l’accoglienza costruita attorno alle esigenze di sportivi, disabili, soggetti con allergie o intolleranze alimentari, padroncini con animali domestici, appassionati di arte storia e cultura, clienti business, anziani, giovani attirati dalle follie notturne di una riviera caleidoscopica…

Viserbella possiede insomma una impareggiabile capacità ricettiva nonché la volontà e la capacità di intercettare gusti ed interessi di chiunque si affacci sulle sue preziose coste.

Come arrivare

Viserbella si trova a circa 5 km di distanza dalla città di Rimini, fra Viserba e Torre Pedrera, collegata con l’autostrada A14, uscita Rimini Nord, la stessa delle altre località del litorale zona nord di Rimini.

Come per San Giuliano, Rivabella e Viserba, il collegamento con il centro storico di Rimini e la stazione ferroviaria è garantito dalla linea 4.

E’ Sourcioun

Una caratteristica importante che lega Viserbella a tutte le altre località del litorale a nord di Rimini, è la ricchezza della sua falda freatica, le cui acque sorgive già all’inizio del secolo richiamavano stormi di villeggianti allettati dalla salubrità del sito.
Quella di Viserbella è un po’ la storia di Viserba, le radici di entrambe si assomigliano e si confondono in un comune passato, anche grazie alla loro vicinanza.

Ma ciò che distingue Viserbella è soprattutto la storia di un’antica fonte che sgorga spontanea in bocca al mare, ed attorno alla quale aleggiano racconti e leggende tramandate a voce e dai documenti tra la gente del luogo.
“E’ Sourcioun”, questo il nome col quale la chiamano gli abitanti.
Le origini del nome derivano dal cerchione di cemento armato costruitole attorno in passato, per proteggere i passanti dalle sabbie mobili createsi in corrispondenza della fonte, o forse dal francese “source” (sorgente), affibbiatole dalle truppe napoleoniche nel loro passaggio in Romagna.

Reduce da una recente ristrutturazione la fonte è oggi annessa all’acquedotto, ed è oggetto delle pressioni dei viserbesi che vorrebbero tributarle un restauro di valorizzazione come si confà al suo rilievo storico e culturale.

Un efficiente comitato turistico organizza ogni estate feste sulla spiaggia in onore dei turisti, con degustazioni tipiche a base di pesce accompagnate da un buon vino locale e tanta musica caratteristica del folklore romagnolo.

Italia in Miniatura

A pochi passi da Viserbella si trova l’affascinante stivale riprodotto in scala ridotta dell’Italia in Miniatura, dedicato al patrimonio artistico e culturale del Bel Paese.
Un parco sui generis dove l’aspetto educativo si intreccia a quello ludico ed al divertimento, 85.000 mq di percorso per un totale di 272 monumenti in schiuma di resina e 10.000 piante, quasi tutte bonsai.

Un’attrazione che da oltre 40 anni continua ad attirare gli apprezzamenti dei visitatori grandi e piccini, mostrando loro i tantissimi tesori di questo paese.

Il Museo della marineria e delle conchiglie

Altro gioiellino di Viserbella è il Museo della marineria e delle conchiglie.
Coservate al suo interno è possibile ammirare le imbarcazioni tradizionali di questa terra di marinai, a partire dalle batane dal fondo piatto utilizzate a ridosso della costa, ma anche i trabaccoli, i battanini, le marotte ed i bozzelli.

Vi è poi una ricca esposizione di attrezzature marinare, filmati e fotografie d’epoca, una sezione che espone stabilmente la Collezione Capici, la più importante raccolta di conchiglie del Mediterraneo, ed un reparto dedicato ai fossili.